Road to Mahagonny

Mi siedo al margine della strada.
Il guidatore cambia la ruota.
Non sono contento di dove vengo.
Non sono contento di dove vado.
Perché allora guardo il cambio della ruota con impazienza?

– Bertold Brecht

Il prossimo 4 e 5 aprile 2024 il Conservatorio di Como metterà in scena Ascesa e caduta della città di Mahagonny, opera in tre atti con musica di Kurt Weill e libretto di Bertolt Brecht presso il Teatro Sociale di Como: oltre alle prime due rappresentazioni realizzate in collaborazione con il “Teatro Sociale di Como / AsLiCo”, l’allestimento lirico, produzione del Conservatorio di Como, beneficerà di due repliche, il 13 aprile presso il Teatro Civico Roberto De Silva di Rho e la il 15 maggio presso il Teatro Cagnoni di Vigevano.

La complessità e l’attualità brutale di quest’opera hanno reso manifesta la necessità di un approfondimento attraverso un percorso di avvicinamento al mondo sonoro e teatrale di Brecht e Weill. Road to Mahagonny è un viaggio esplorativo in uno dei capisaldi della letteratura e del teatro che farà emergere nuovi interrogativi sul mondo contemporaneo. È una strada un po’ anticonvenzionale, che conduce chi la segue per sentieri diversi, che raccontano di intrecci di vite, di utopie, di storia, politica e costume attraverso un ciclo di conferenze, tavole rotonde in un confronto sempre biunivoco con il pubblico, per poi riportare infine all’opera. Emergerà con chiarezza l’importanza di analizzare oggi l’opera di Brecht, soprattutto all’interno di un’istituzione di Alta formazione artistica e musicale quale è il Conservatorio.

Gli interrogativi sollevati da Ascesa e caduta della città di Mahagonny sono molteplici, e molti resteranno tali, ma le diverse prospettive di pensiero date dalla ricchezza degli studi e dell’esperienza dei relatori offriranno non solo una chiave di lettura sulla messa in scena ma anche sul mondo odierno. Un mondo che ad uno sguardo superficiale si offre cinico e autodistruttivo, ma che se guardato con occhi nuovi potrebbe svelare innumerevoli possibilità che hanno sempre germe nell’autenticità delle relazioni interpersonali, aspetto troppo spesso adombrato da futili convinzioni e personalismi.

Abbiamo articolato degli incontri, seguendo interrogativi fondamentali, chiedendo a studiosi ed esperti di raccontarci delle storie, delle idee, per provare a sviscerare gli angoli più inquieti e irrisolti di questo mondo sconosciuto, ma importante, che è l’universo di Brecht.

Brecht: discorso sul metodo

Prof. Rocco Ronchi

Professore ordinario di filosofia teoretica all’Università dell’Aquila

Sabato 17 Febbraio 2024, ore 11:00 | Salone dell’Organo del Conservatorio di Como

Oltre i testi, quale senso ha mettere in scena oggi Brecht, il metodo brechtiano, il rapporto di Brecht con la filosofia, la formula del “Non così, ma così”, il metodo dello straniamento come veggenza, il linguaggio e la comunicazione come elemento performativo. Brecht oggi che cos’ha ancora da raccontare?

Il gesto musicale nell’Opera di Kurt Weill

Ospite: Jean Francois Trubert

Professore ordinario all’Università Sophia Antipolis di Nizza

Sabato 24 febbraio 2024 ore 17:00 | Auditorium del Conservatorio di Como

L’eterogenea carriera di Kurt Weill dall’opera al cinema, il rapporto lungo e tormentato con Brecht, prima la musica e poi le parole (o forse no?), il gesto drammatico come funzione musicale. L’indagine su un compositore che ha sconfinato in ogni ambito, che ha avuto un’opinione arditamente critica sull’opera, ma che ha sempre pensato la musica, come un gesto.

Elisabeth Hauptmann e Bertold Brecht: una cosiddetta amicizia professionale

Ospite: Sabine Kebir

Docente e ricercatrice

Sabato 2 marzo 2024 ore 17:00 | Biblioteca Comunale Paolo Borsellino di Como

Il ruolo del femminile nella scrittura e nell’estetica di Brecht, l’apporto di Elisabeth Hauptmann in Mahagonny, la fabbrica Brecht, l’idea dell’arte condivisa, il controverso racconto della storia di Elisabeth e Bertold da parte di John Fuegi e la risposta ad esso di una certa corrente femminista tedesca, guidata da Sabine Kebir.

Brecht e un destino italiano – una tavola rotonda

Evento organizzato in collaborazione con “Teatro Sociale di Como / AsLiCo”

Moderatore: Marco Castellari, professore ordinario di Letteratura Tedesca all’Università degli studi Milano

Relatori: Raffaella Di Tizio, professoressa all’Università di Roma Tre; Alberto Benedetto, direttore di Produzione del Piccolo Teatro di Milano; Stefano De Luca, regista e collaboratore di Giorgio Strehler

Mercoledì 6 marzo 2024 ore 18:00 | Foyer del Teatro Sociale di Como

L’arrivo dei testi brechtiani in Italia durante il ventennio, il controverso rapporto tra Brecht e il Piccolo Teatro, l’allievo Strehler e l’investitura europea, Paolo Grassi e l’annosa vicenda dell’acquisizione dei diritti, Mahagonny alla Piccola Scala, la traduzione di Fedele D’Amico.

Le influenze di Weill sulla musica pop

Ospite: Alessio Brunialti

Giornalista e critico musicale

Mercoledì 20 marzo 2024 ore 15:00 | Grand’Aula del Liceo Classico “A. Volta” di Como

Road to Mahagonny però non è solo la lastricata strada degli studiosi che salgono in cattedra, ma sono molte altre vie da percorrere insieme, che in modo diverso aggiungono immagini, poesia, musica e condivisione al percorso, coinvolgendo gli studenti e il pubblico in modo più ravvicinato, informale e talvolta in prima persona, come veri protagonisti del viaggio.

Il modo più diretto, più famigliare che abbiamo per raccontare qualcosa oggi, sono i social media: chi era Brecht? Chi era Weill? Dov’è Mahagonny? Quante versioni ci sono della famosa Alabama Song? Milva, i Doors, Mariane Faithfull, David Bowie cosa c’entrano?

Useremo un account chiamato Road_to_Mahagonny sui social media per arrivare a tutti: per spargere settimanalmente pillole di Mahagonny nell’etere su qualsiasi smartphone, in qualsiasi luogo e tempo con citazioni, fotografie, trame, lettere, cronologie, teatri, amori, fughe e arte. Che il pubblico si appropri di Mahagonny, tenendola sul proprio dispositivo, e la condivida, e magari la usi come trampolino di lancio per nuove altre strade da seguire!

Per completare l’avventura social chiederemo a chi ci segue (studenti e non) di contribuire a questa nebulizzazione brechtiana, di leggere Brecht ad alta voce, magari anche di suonarlo, di relazionarlo al presente, di attribuirgli un senso contemporaneo, di portarlo nelle aule, nei cortili, nei caffè.

E dopo tutto, torneremo al teatro, l’ultimo pezzo della strada per Mahagonny si svolge tra gli strumenti dei ragazzi del Conservatorio, nei passi dei cantanti sul palcoscenico: le prove aperte.

Durante la seconda settimana di marzo il Conservatorio aprirà le sue porte al pubblico per assistere alle prove aperte dell’opera. Chi vorrà potrà sedersi per qualche tempo a osservare, l’amore per il teatro scocca nel momento in cui la quarta parete crolla e viene data al pubblico la possibilità di assistere al dietro le quinte, sentendo la sensazione di privilegio di aver esperito in prima persona alla genesi della messa in scena, scoprendone i segreti e sentendosi per sempre parte di essi.

Per poter partecipare scrivere a pr@conservatoriocomo.it e attendere la conferma della disponibilità.

Le prove si svolgeranno presso il Conservatorio di Como nelle seguenti date:

Martedì 12 Marzo, Regia dalle ore 10:00 alle ore 15:00
Mercoledì 13 Marzo, Regia, dalle ore 14:00 alle ore 17:00
Giovedì 14 Marzo, Italiana, orario da definire

Ascesa e caduta della città di Mahagonny sarà in scena il 4 e il 5 aprile al teatro Sociale, perché finalmente Road to Mahagonny abbia il suo tanto ricercato traguardo.

Quando si aprirà il sipario la strada sarà finita, o forse come direbbe Brecht, appena cominciata.

Ascesa e caduta della città di Mahagonny

AUFSTIEG UND FALL DER STADT MAHAGONNY

Opera in tre atti Musica di Kurt Weill
Libretto di Bertolt Brecht
Versione ritmica in italiano di Fedele D’Amico

Editore Universal Edition AG
Rappresentante per l’Italia Casa Ricordi, Milano

Direttore Bruno dal Bon
Regia Stefania Panighini
Soli, Coro e Orchestra Filarmonica del Conservatorio di Como
Produzione Conservatorio di Como

Prima della prima

23 marzo 2024, ore 17:00, Teatro Antonio Belloni, Barlassina (MB)

Rappresentazioni

4 aprile 2024, ore 20:30, Teatro Sociale di Como (CO)
5 aprile 2024, ore 20:30, Teatro Sociale di Como (CO)
13 aprile 2024, ore 21:00, Teatro Civico Roberto De Silva di Rho (MI)
15 maggio 2024, ore 21:00, Teatro Cagnoni di Vigevano (PV)

I nostri partner

Teatro Sociale di Como
Partner artistico istituzionale

Orchestra Sinfonica di Milano

Dipartimento di Musicologia e Beni culturali dell’Università degli Studi di Pavia
Sede di Cremona

Achrome Ensemble