Accesso

L’accesso ai Corsi accademici di secondo livello del Conservatorio di Como è subordinato a un giudizio di idoneità espresso in centesimi e utilmente collocato in una graduatoria di merito. Il giudizio di idoneità non dà automaticamente diritto all’iscrizione al Conservatorio, essendo l’ammissione a ciascun biennio dipendente dai posti effettivamente disponibili.
Possono essere ammessi ai bienni gli studenti in possesso di un diploma accademico di primo livello, o di un diploma universitario di laurea o di laurea breve, o di un diploma musicale di previgente ordinamento congiunto ad un diploma di scuola secondaria superiore. Possono altresì essere ammessi studenti in possesso di altro titolo di studio equivalente conseguito all’estero e riconosciuto idoneo.

Studenti stranieri

Conoscenza della lingua italiana

Gli studenti stranieri che intendono essere ammessi al Conservatorio di Como devono conoscere la lingua italiana ad un livello pari o superiore al B2 del QCER – Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue. Tale conoscenza sarà attestata a seguito del superamento di un Test d’accesso.
La valutazione del Test è espressa con una delle seguenti indicazioni: idoneo, idoneo con riserva, non idoneo. La non idoneità al Test preclude l’ammissione al Conservatorio. Il candidato ammesso con riserva, se immatricolato (iscritto) avrà l’obbligo di frequentare uno o più corsi d’Italiano a debito attivati presso il Conservatorio di Como e di superare il/i relativo/i esame/i di verifica.

Prova specifica di selezione

Le prove di selezione per l’ammissione a ciascun corso accademico di secondo livello sono inserite direttamente nelle pagine specifiche dei bienni, paragrafo “Esame d’ammissione

Verifiche delle competenze musicali

Le Verifiche delle competenze musicali sono indirizzate ai soli candidati in possesso di diploma di Conservatorio o di Istituto Superiore di Studi Musicali del Previgente (vecchio) ordinamento. Sono esonerati dalla verifica i candidati provenienti dal Triennio accademico di primo livello o da altro Biennio di Conservatorio, di ISSM o di Istituzioni musicali autorizzate dal Ministero.

I candidati all’ammissione dei bienni di strumento, superata la Prova specifica di selezione, se provenienti da un percorso non accademico (c.d. del Previgente ordinamento) sono tenuti ad effettuare una verifica delle competenze musicali in Ambito storico, musicologico e analitico.

I candidati all’ammissione dei Bienni jazz, se provenienti da un Triennio strumentale “classico” (Primo livello/bachelor) o da un Diploma del Previgente ordinamento (tranne “Musica jazz”) sono tenuti ad effettuare una verifica delle competenze musicali in Armonia funzionale jazz

Sono assegnati ai candidati non idonei corsi a debito, sanabili tramite la frequenza di un corso di recupero, al termine del quale potrà essere riconosciuto l’assolvimento del debito tramite un esame di verifica.
Lo studente ha inoltre facoltà di prepararsi autonomamente, sostenendo un esame di verifica.
Il docente potrà riconoscere l’assolvimento del debito prima della conclusione del corso di recupero, appurato il raggiunto livello di competenza.
Il recupero degli eventuali Debiti formativi assegnati all’ammissione è obbligatorio e dovrà essere sanato prima dell’iscrizione alla Prova finale.

I candidati all’ammissione ai Bienni di: Canto, Composizione, Didattica della musica, Direzione di coro, Musica elettronica non devono svolgere alcuna verifica delle competenze musicali.

Partner

Teatro Sociale di Como
Partner artistico istituzionale

Orchestra Sinfonica di Milano

Dipartimento di Musicologia e Beni culturali dell’Università degli Studi di Pavia
Sede di Cremona