In Eventi 2021-2022, Eventi passati

Riflessioni sulla didattica

Mercoledì 9 marzo 2022, dalle 10:00 alle 12:30, presso il salone dell’organo del Conservatorio di Como si terrà una tavola rotonda dal titolo Riflessioni sulla didattica.
Questo progetto è una novità assoluta presentata dai maestri Isabella Longo, Enrico Casazza, Gianluca Febo e Francesco Parrino, con ospiti i maestri Mariateresa Lietti e Carlo Taffuri.
L’incontro rappresenta una preziosa opportunità di riflessione sulla didattica, affidato all’esperienza concreta dei maestri. Allo scambio di riflessioni personali e di esperienze didattiche dei docenti parteciperanno anche gli studenti in prima persona (con domande e interventi).
Destinato sia a studenti di violino che a tutti gli interessati, tratterà di argomenti riguardanti la didattica infantile con uno sguardo alla tecnica, all’esecuzione e all’interpretazione.
In particolare alcuni spunti che verranno toccati sono:
– il rapporto fra la musica d’insieme e l’evoluzione della tecnica, quanto è più proficuo il lavoro di gruppo per raggiungere competenze tecniche rilevanti;
– gli aspetti di natura tecnica, legati allo sviluppo del vibrato, i cambi di posizione e al dominio dell’arco;
– la motivazione come elemento trainante dell’educazione

Iscrizione obbligatoria entro il 2 marzo 2022, gratuito sia per gli studenti interni che per gli esterni

MARIATERESA LIETTI

Diplomata in violino, collabora con numerose formazioni cameristiche e orchestrali e fa parte dell’Orchestra Sinfonica del Lario. Insegna violino e nella Scuola Secondaria a Indirizzo Musicale “Foscolo” dell’Istituto Comprensivo “Como Borgovico” di Como e si occupa di didattica strumentale e di formazione docenti tenendo corsi per conto di Conservatori, IRRE, Uffici scolastici, Scuole di musica, Associazioni musicali. Dal 2006 al 2013 ha diretto la rivista “Musica Domani”, trimestrale di pedagogia e didattica della musica della SIEM (Società Italiana per l’Educazione Musicale) e fa ora parte della redazione. Ha curato insieme a Giovanna Guardabasso il testo Suoni e idee per improvvisare (Ricordi 1995) e pubblicato, insieme a Claudia Galli e Adriana Mascoli, il testo Teoria e lettura della musica (Poseidonia 2002). Ha curato, insieme a Donatella Bartolini, l’edizione italiana del testo di Renate Bruce-Weber, Il violino felice. È autrice del testo sul violino della serie Leggere e improvvisare edita da Carisch (2012), di numerosi articoli sulla didattica musicale e sulla composizione femminile e dei saggi “La morte che suona e balla” in Immagini della Danza Macabra nella cultura occidentale dal medioevo al novecento (Nodo libri 1995); “Ascoltare l’inaudito: la presenza femminile nella storia della musica” in Musica e storia (EDT 2001); “Tempi in musica: generazioni che s’incontrano” in Gli adulti e la musica (EDT 2005).
Ha curato insieme ad Amalia Lavinia Rizzo il testo Musica e Dsa. La didattica inclusiva dalla
scuola dell’infanzia al conservatorio (Rugginenti 2013). Dal 2010 si occupa di musica e inclusione
seguendo alunni con disabilità, partecipando a convegni e tenendo corsi di formazione per conto di
Conservatori e associazioni.

CARLO TAFFURI

Dopo gli studi compiuti presso il Conservatorio di Novara, frequenta diverse masterclass con violinisti di livello internazionale e suona in vari ensemble sia in Italia che all’estero, avviando interessanti collaborazioni artistiche.
Ha partecipato a diverse masterclass di direzione d’orchestra, specializzandosi particolarmente nell’ambito delle orchestre infantili e giovanili.
Nel settembre 2006 ha conseguito l’abilitazione di V livello per l’insegnamento del violino con il metodo Suzuki, presso l’Istituto Suzuki Italiano. Ha inoltre approfondito l’Audiopercettiva, il Metodo Rolland e il Metodo Dalcroze con autorevoli formatori.
Dal 2003 è presidente e direttore Artistico dell’Associazione ImmaginArte, dove insegna violino ed
esercitazioni orchestrali. Ha fondato gli ensemble giovanili “I Piccoli Musici Estensi” e “UKOM – United Kids Of Music”, con l’intento di favorire scambi e gemellaggi musicali internazionali.
Dal 2013 dirige la PYO – Pasquinelli Young Orchestra ed è direttore didattico delle compagini orchestrali di SONG onlus, associazione che coordina e gestisce in Lombardia il progetto di educazione musicale collettiva basato su “El Sistema” venezuelano promosso in Italia fin dall’inizio da Claudio Abbado. L’esperienza maturata in questo ambito lo ha portato ad assumere nel 2015 il ruolo di direttore dell’omologo progetto a Lugano, collaborando con Superar Suisse.
Tieni regolarmente laboratori e seminari musicali presso diverse università italiane e svizzere spaziando dalla storia della musica all’attività manageriale.

Partner

Teatro Sociale di Como
Partner artistico istituzionale

Orchestra Sinfonica di Milano

Dipartimento di Musicologia e Beni culturali dell’Università degli Studi di Pavia
Sede di Cremona