Pianoforte jazz
Corso accademico di secondo livello

Obiettivi formativi

Il biennio si pone l’obiettivo di consentire lo sviluppo specialistico delle competenze già acquisite principalmente dagli studenti che hanno compiuto l’attuale percorso di primo livello in discipline Jazz del Conservatorio, tenuto conto della sempre crescente affermazione di tale linguaggio musicale nei vari ambiti artistici nazionali ed internazionali.
Il Corso di Diploma accademico è costituito da un piano di studi finalizzato ad una preparazione altamente specialistica, svolta anche da diversi docenti, e nel quale sono state inserite discipline qualificanti, adeguate a valorizzare, in sede di confronto internazionale, la figura del moderno musicista jazz.

Esame d’ammissione

Prova specifica di selezione
Per essere ammessi al biennio è necessario superare un esame di ammissione consistente in una Prova specifica di selezione relativa alla disciplina principale.
La non idoneità alla Prova specifica di selezione preclude la successiva ammissione al biennio.
È data facoltà d’iscrizione con riserva ai diplomandi del Conservatorio di Como ammessi a sostenere la prova finale del Triennio in sessione invernale.
Lo studente proveniente dal correlativo corso accademico di primo livello del Conservatorio di Como può avvalersi, ai fini dell’inserimento della graduatoria di merito, del voto di Diploma accademico riportato in centesimi.

La Prova specifica di selezione consiste nell’esecuzione di due brani, uno scelto dal candidato e uno dalla commissione, tra i seguenti:
1. S. Rollins, Oleo
2. T. Monk, Round midnight
3. B. Evans, Very early
4. G. DePaul, P. Johnson, D. Raye, I’ll remember April

Ad integrazione delle composizioni sopra elencate, il candidato avrà facoltà di eseguire un brano a propria scelta in “solo strumentale”.
Il candidato potrà:

  • Presentarsi con uno strumentista accompagnatore o con una propria formazione, massimo un quintetto;
  • suonare con i docenti che formano la commissione
  • suonare su basi pre-registrate.

Il candidato dovrà presentarsi con le quattro partiture sopraelencate in triplice copia, trascritte nella tonalità d’esecuzione, con la melodia completa e corredate con le progressioni armoniche. Il Conservatorio metterà a disposizione:

  • amplificatore per una chitarra
  • amplificatore per il basso
  • batteria
  • pianoforte
  • impianto d’amplificazione; il microfono e i cavi microfonici non sono inclusi.

Verifica delle competenze musicali in Armonia funzionale jazz
Superata la Prova specifica di selezione, i candidati idonei provenienti da un percorso non accademico (c.d. del Previgente ordinamento) sono tenuti ad effettuare una verifica delle competenze musicali in Armonia funzionale jazz

Offerta formativa

Primo anno
Tipologia attivitàCodiceDisciplinaCFAOreLezioneVerifica
BaseCODM/06Storia del jazz / Corso monografico636CollettivaEs
CaratterizzanteCOMI/06Prassi esecutive e repertori jazz 11030GruppoEs
CaratterizzanteCOMJ/09Pianoforte jazz, Prassi esecutive e repertori 12540IndividualeEs
AffiniCODC/04Tecniche compositive jazz621GruppoEs
AffiniCODC/05Tecniche di scrittura e di arrangiamento per vari tipi di ensemble521GruppoEs
A scelta dello studentediversidiverse8
Secondo anno
Tipologia attivitàCodiceDisciplinaCFAOreLezioneVerifica
BaseCODM/06Analisi delle forme compositive e performative del jazz636CollettivaEs
CaratterizzanteCOMJ/09Pianoforte jazz, Prassi esecutive e repertori 22540IndividualeEs
Altre Base/CaratterizzantiCOMI/06Prassi esecutive e repertori jazz 21030GruppoEs
A scelta dello studente8
Conoscenza lingua stranieraCODL/02Lingua straniera comunitaria230CollettivaEs
Prova finale914Es
Tutte le discipline elencate sono obbligatorie

Prova finale

La prova finale ha la funzione di mettere in luce le peculiarità del candidato emerse durante il Biennio.

Lo studente è ammesso a sostenere la prova finale per il conseguimento del Diploma accademico di secondo livello dopo:

  • aver recuperato gli eventuali debiti formativi assegnati durante le prove d’ammissione;
  • aver completato la carriera, superando – tramite esame o idoneità – tutte le discipline elencate nell’Offerta formativa;
  • ottenuto non meno di 111 crediti formativi.

La prova finale può riguardare una qualsiasi delle aree disciplinari dei corsi frequentati, e porta all’attribuzione di ulteriori 9 CFA, può consistere in:

  • un recital, correlato con un adeguato supporto illustrativo testuale originale di almeno 30.000 caratteri, compresi gli spazi ed escludendo le citazioni ampie;
  • la discussione di una tesi;
  • un recital che preveda, oltre alla parte esecutiva, la discussione di una tesi.

La prova finale non dovrà superare la durata complessiva di 45 minuti; nel recital potranno eventualmente essere inseriti brani già presentati in esami precedenti, fino a un massimo di 15 minuti.

Il voto finale è espresso in centodecimi ed è costituito:
1) dalla media ponderata curricolare dei voti degli esami sostenuti, espressa in trentesimi e rapportata a centodecimi, alla quale sono sommati d’ufficio:

  • punti 1/110, se lo studente ha acquisito non meno di 20 CFA/ECTS tramite Erasmus;
  • punti 0,33/110 per ciascuna lode ottenuta, tre lodi corrispondono a punti 1/110.

La somma è arrotondata per eccesso se il decimale è uguale o superiore a 0,50.

2)  dal punteggio, da 0 a 7/110, attribuito dalla Commissione, più all’unanimità eventuali lode e menzione.

Prospettive occupazionali

Attività concertistica solistica;
attività concertistica in formazioni ristrette o in large ensemble;
attività di programmazione e organizzazione di eventi e stagioni musicali pubbliche o private;
attività di assistente musicale nel contesto di registrazioni radiofoniche e discografiche;
collaborazioni con editori musicali e biblioteche pubbliche o private.

Partner

Teatro Sociale di Como
Partner artistico istituzionale

Orchestra Sinfonica di Milano

Dipartimento di Musicologia e Beni culturali dell’Università degli Studi di Pavia
Sede di Cremona