Vittorio ZagoCOMPOSIZIONE

Nato a Vigevano (Pavia) nel 1967, ha conseguito brillantemente il diploma di pianoforte nel 1989. Dedicatosi allo studio della composizione con F.Pigato e con B.Bettinelli, si è diplomato con il massimo dei voti al Conservatorio “G.Verdi” di Milano sotto la guida di Azio Corghi. In seguito si è perfezionato al “Mozarteum” di Salisburgo con Mauricio Kagel.

Affermatosi in diversi concorsi nazionali ed internazionali (“Toru Takemitsu Award” 2000 e 2003 a Tokyo, “Camillo Togni” 2002 a Brescia, “Valentino Bucchi” 1997 e 2000 a Roma, “E. Hürlimann” 1994 a Ginevra), ha vinto nel 1994 il primo premio al 16° Concorso di Composizione “Castello di Belveglio” (con “Chiù” per contralto e due soprani), il primo premio nell’edizione straordinaria del Concorso di Composizione “Goffredo Petrassi” di Parma (con “Taibhsì” per arpa, viola e flauto) e il premio “Romantico Bach” nel 2015 (con “Studio IV a 2” per violino e pianoforte) organizzato da La Verdi di Milano.

Le sue composizioni scritte con Paolo Ferrari hanno vinto nel 1999 il Premio “Città di Pavia” (In-abstracto complexu: (l’) attività della musica) e nel 2005 il Premio “Àlice Bel Colle” (In-divenire ulteriore).

Nel 2006 ha vinto il “Brandenburger Symphony Prize” con il quale è stato invitato a scrivere “Segel”, una nuova composizione per orchestra sinfonica dedicata ai Brandenburger Symphoniker. La composizione è stata eseguita nella Concert Hall del Teatro di Brandenburg nel maggio 2009. Nel settembre 2011 Segel è stata eseguita alla Biennale di Venezia – in una nuova versione scritta appositamente per il festival – dalla Mitteleuropa Orchestra con la direzione di Andrea Pestalozza.

Nell’ottobre 2011 l’ORT (Orchestra Regionale dell Toscana) ha eseguito “Die Trennung”, una nuova composizione per orchestra scritta per il Festival Play IT a Firenze su commissione dell’ORT.

Nel novembre 2012 RepertorioZero ha eseguito in prima assoluta “JMB” per elettronica e live string quartet score, opera commissionata del Festival Milano Musica.

È stato compositore in residence, per due anni consecutivi (2014 e 2015), presso il Teatro di Brandenburg in Germania, all’interno delle quali sono state commissionate le composizioni “Saxsingspiel” per quartetto di sax e “Tropfen” per orchestra. Recentemente la sua composizione “Erosive raindrops” per chitarra elettrica è stata incisa da A. Novaga nel CD”La chambre de jeux sonores”, mentre il brano “IV a 2” per violino e pianoforte è stato inciso dal duo F. Luciani – M. Motterle.

Sue musiche, eseguite presso alcune prestigiose società concertistiche (Società del Quartetto di Milano, Teatro Regio di Parma, Maggio Musicale Fiorentino, Festival Mozart di Salsomaggiore, Comunale di Modena, Orchestra Milano Classica, Orchestra Cantelli, Bachzaal di Amsterdam, Fondation P.Hindemith di Blonay (CH), Accademia Reale di Belle Arti di Madrid, Festival “Pianissimo 2000” di Sofia, Time of Music Festival di Viitasaari (FIN), Kumho Art Hall di Seul, Tokyo Opera City), sono state trasmesse dalle Radio Nazionali Olandese, Spagnola, Bulgara, Giapponese, dalla Radio della Suisse Romande e dal Terzo canale della RAI, incise dalla casa discografica svizzera Audio Production e pubblicate dalle case editrici Ricordi (Milano), Rugginenti (Milano) e Bèrben (Ancona).

Come voce recitante si è esibito al Teatro Carlo Felice di Genova nella “Ode to Napoleon Bonaparte” di A. Schoenberg, con il quartetto d’archi Prometeo e A. Pestalozza al pianoforte.

Nel 2004 la casa editrice “O barra O” ha pubblicato un suo libro dal titolo “Le giornate di un compositore” in cui l’autore si concentra sul rapporto tra l’essenza del discorso musicale e l’esistenza da cui scaturisce.

Docente di composizione al Conservatorio di Musica “G. Verdi” di Como, è laureato in giurisprudenza all’Università Cattolica di Milano.