In Eventi passati

Il segno del tempo:

Il Conservatorio per Villa Olmo

rassegna di concerti da camera e recital solistici

GLI APPUNTAMENTI

Per effettuare una prenotazione cliccare sul titolo dell’evento e completare la registrazione sul sito eventbrite.it

7 luglio, ore 18:00 | Salone d’Onore, Villa Olmo
Tra due continenti – musica popolare per chitarra I
musica di Manuel de Falla, Maurice Ohana, Miguel Llobet, Heitor Villa-Lobos, Federico Moreno Torroba

8 luglio, ore 18:00 | Salone d’Onore, Villa Olmo
Tra due continenti – musica popolare per chitarra II
musica di Heitor Villa-Lobos, Agustin Barrios, Sérgio Assad, Leo Brouwer

9 luglio, ore 18:00 | Salone d’Onore, Villa Olmo
Un… Due… Tre: Il 900!
Musiche di: I. Stravinskij, N. Rota, B. Martinu
10 luglio, ore 18:00 | Salone d’Onore, Villa Olmo
Il Trittico di G. Puccini – realizzazione in forma di concerto, con narratore
a cura del Dipartimento di Canto, con la partecipazione di Carla Moreni

11 luglio, ore 16:30 | Salone d’Onore, Villa Olmo
Ninna-miao: animali musicali e altre storie
Una giornata dedicata ai più piccoli – in collaborazione con il Dipartimento di Didattica

13– 18 luglio in orario di apertura | Teatrino, Villa Olmo
Viaggio Elettroacustico
installazione a cura del Dipartimento di Musica Elettronica

13 luglio, ore 18:00 | Salone d’Onore, Villa Olmo
Grandi arie di Donizetti in concerto
con allievi del Laboratorio Donizetti e il suo tempo

15 luglio, ore 18:00 | Salone d’Onore, Villa Olmo
Beethoven: Le sonate per pianoforte

16 luglio, ore 18:00 | Salone d’Onore, Villa Olmo
G. F. Haendel: Il caro Sassone

17 luglio, ore 18:00 | Salone d’Onore, Villa Olmo
Gli Odescalchi e la Musica
musica di Michelangelo Rossi, Girolamo Frescobaldi e Alessandro Scarlatti

18 luglio, ore 16:30 | Salone d’Onore, Villa Olmo
I bemolli sono blu
Una giornata dedicata ai più piccoli – in collaborazione con il Dipartimento di Didattica

20 luglio, ore 18:00 | Salone d’Onore, Villa Olmo
All’ombra di Beethoven: Schubert I – lieder

21 luglio, ore 18:00 | Salone d’Onore, Villa Olmo
All’ombra di Beethoven: Schubert II – il pianoforte

24 luglio, ore 18:00 | Salone d’Onore, Villa Olmo
Beethoven, i Quartetti per archi I
studenti del laboratorio “Ludovico Van: Beethoven raccontato attraverso i quartetti per archi”

25 luglio, ore 18:00 | Salone d’Onore, Villa Olmo
Dimensione intima, un pomeriggio con la musica di Brahms
Ballate op.10 no.1 e no.2, Trio op.114

27 luglio, ore 18:00 | Salone d’Onore, Villa Olmo
Beethoven, i Quartetti per archi II
studenti del laboratorio “Ludovico Van: Beethoven raccontato attraverso i quartetti per archi”

28 luglio, ore 18:00 | Salone d’Onore, Villa Olmo
Pianoforte romantico
Musiche di F. Chopin, F. Listz, S. Rachmaninov, R. Schumann

30 luglio, ore 18:00 | Salone d’Onore, Villa Olmo
Dimensione intima, un pomeriggio con la musica di Brahms
Intermezzi dall’op. 118 e 119

31 luglio, ore 18:00 | Salone d’Onore, Villa Olmo
Dimensione intima, un pomeriggio con la musica di Brahms:
Trio op.8

Rappresenta una autentica maratona musicale, quella che il Conservatorio “G.Verdi” di Como si appresta a portare in scena a Villa Olmo: una pacifica invasione di note, frutto delle classi dell’Istituto, di cui diventa il miglior biglietto da visita, la più autentica celebrazione dei primi venticinque anni di autonomia. All’interno del Festival intitolato “Il segno del tempo, costruito con una lunga arcata e fino al prossimo ottobre, è nato infatti il cartellone specifico destinato al fastoso Salone d’Onore della Villa neoclassica, gioiello della città, affacciato sulle sponde del lago. Qui si svolgeranno i concerti, programmati con cadenza pressoché quotidiana, con inizio alle 18, per tutto il mese di luglio.
Nell’articolato calendario si potranno ascoltare formazioni solistiche e da camera, repertori del Seicento o contemporanei, pagine le più famose per voci o strumenti, e autentiche rarità. Ardua la scelta, tra tanta ricchezza. Tra l’altro con l’aggiunta della possibilità di ascoltare i migliori talenti del Conservatorio, italiani e orientali, raccolti in una falange armata di studi, ancor più intensi, per far fronte al silenzio imposto dai lunghi mesi di pandemia. A riprova di una scuola che non ha mai smesso di insegnare, con lezioni reinventate, anche online, sempre con la massima energia.
Scorrendo in ordine cronologico il programma di “Il Conservatorio per Villa Olmo” troviamo in questa prima settimana, fino all’11 luglio, due impaginati solistici per chitarra, tra Spagna e Sud America, e due antologie dedicate al Novecento: la seconda appositamente destinata ai più piccoli (e il titolo “Ninna-Miao” non lascia adito a dubbi) nasce come preludio a un prossimo progetto del Conservatorio finalizzato ai bambini, in sinergia con la Libreria Feltrinelli di Como, il Comune di San Fermo della Battaglia e intrecciato con il Dipartimento di Didattica dell’Istituto. Il 10 luglio serata incentrata sul “Trittico” di Giacomo Puccini, raccontato in una specifica antologia che attraversa le tre opere in un atto, “Tabarro”, “Suor Angelica”,”Gianni Schicchi”.
A un altro Dipartimento, quello di Musica Elettronica, viene affidata l’apertura della seconda settimana, che esordisce con le sorprese di un viaggio elettroacustico: una settimana di installazioni sonore racchiuse nella preziosa bomboniera del Teatrino della Villa. Più tradizionali le grandi Arie di Donizetti, estratte dalle opere più famose (ma non solo) con le voci delle classi di canto. E doveroso il medaglione con due Sonate di Beethoven, punto di riferimento obbligato per le classi di pianoforte. Tra Händel e Scarlatti si dipanano gli sguardi all’indietro, verso l’amato barocco. Mentre di nuovo con un’offerta rivolta ai bambini si punta domenica 18 luglio, giocando col motto di Debussy “I bemolli sono blu”.
Classicissima l’impostazione delle settimane numero tre e quattro: negli otto concerti della seconda metà del mese, il Conservatorio si cimenta con i grandi monumenti, tra i Lieder e le Sonate di Schubert, l’impegnativo Brahms pianistico e i Quartetti per archi di Beethoven. Questi ultimi fanno parte di un progetto di studio, scaturito dalla classe di Quartetto del Conservatorio, con l’obiettivo di una disamina complessiva di queste pagine, tra le più complesse e inafferrabili nella storia della musica. Il progetto dei “Beethoven Quartetti” si articolerà in un triennio, e prevede l’affiancamento di seminari e masterclass, con ospitalità di musicisti esterni.
Tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito, con prenotazione obbligatoria su eventbrite.it

I posti liberi rimanenti possono essere assegnati la sera stessa dell’evento presso il punto accoglienza di Villa Olmo.