Vittorio RabagliatiPIANOFORTE

Si è diplomato con il massimo dei voti in pianoforte e successivamente in clavicembalo al Conservatorio G. Verdi di Milano. Ha poi frequentato il corso di “Virtuosité“ al Conservatorio di Losanna (Svizzera) con J.-François Antonioli, conseguendo il Diploma di Pianoforte con il “1° Premio di Virtuosità con le felicitazioni della Giuria”. E’ stato docente di pianoforte principale al Conservatori di Trieste, Trapani, Milano, Piacenza.

E’ pianista e clavicembalista della Orchestra Sinfonica G. Verdi di Milano, dell’Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano, della Fondazione del Teatro Comunale di Bologna, con cui ha suonato in tutta Europa, Medio Oriente e Giappone per le principali stagioni d’opera e sinfoniche. Dal 2006 è anche pianista della Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai di Torino, con cui si è già esibito in trasmissioni radiotelevisive e numerosi concerti, tra cui al Festival internazionale di musica contemporanea della Biennale di Venezia, “Festival MiTo”, Festival di Besancon in Francia. Dal 2013 è pianista d’orchestra della Fondazione del Teatro alla Scala e della Orchestra Filarmonica della Scala, con cui ha recentemente suonato in prima assoluta l’opera ‘Fin de partie’ di G. Kurtag alla Scala di Milano.

Ha realizzato numerose incisioni discografiche sinfoniche e da camera: con Placido Domingo per Deutsche Grammophon, con Angela Gheorghiu per EMI-Decca, musica da camera di Milhaud con Hansjorg Schellemberger per Amadeus, musiche di Fabio Vacchi in duo con la soprano Raina Kabaivanska per Sony, l’integrale delle sinfonie di Shostakovich dirette da Oleg Caetani.

Suona abitualmente in numerose formazioni da camera e per le principali stagioni concertistiche.