Gianluigi DurandoFLAUTO

Studia con il Maestro Pietro Deflorian presso il Conservatorio “S.Cecilia” di Roma, diplomandosi brillantemente nel 1987 con il massimo dei voti e la lode. Nel 1988 entra nella Konzertklasse del Maestro Conrad Klemm al Conservatorio di Winterthur (CH), dove consegue,  con il massimo dei voti e la lode, nel 1991 il Diploma Superiore di Interpretazione Musicale e, nel 1994, il prestigioso Diploma di Solista. Nel corso di questi anni raccoglie ulteriori impulsi musicali  dai Maestri Maxence Larrieu, Alain Marion, Andras Adorjan, Peter Lukas Graf, Trevor Wye ed Auréle Nicolet per il suo strumento, mentre per la musica da camera si perfeziona ulteriormente con i Maestri Riccardo Brengola (Quintetto Chigiano), Walter Levine (Quartetto Lasalle) e Hatto Beyerle (Quartetto Berg) presso la Musikakkademie di Basilea (CH). Dal 1989 al 1995 ha collaborato regolarmente con l’Orchestra  Sinfonica di S. Cecilia, Roma, suonando sotto la direzione, tra gli altri, di Giuseppe Sinopoli, Carlo Maria Giulini, Wolfgang Sawallisch e Leonard Bernstein. Vincitore di numerosi premi in concorsi nazionali ed internazionali di esecuzione solistica e da camera, ha suonato come solista con orchestra e nelle più svariate formazioni cameristiche ed orchestrali in Italia, Svizzera, Germania, Francia, Danimarca e Belgio riscuotendo ovunque lusinghieri riscontri da pubblico e critica musicale. Sempre aperto alla ricerca di nuovi orizzonti espressivi, collabora attivamente con compositori ed è dedicatario di brani solistici e da camera. Dal 1999 al 2009 è membro dell’ensemble di musica contemporanea “Surplus” di Friburgo (D), con il quale partecipa ad importanti festival, curando numerose prime esecuzioni ed effettuando registrazioni per le radio svizzera, tedesca e belga. Dal 1990 al 2008 risiede in Germania, dove è titolare di una cattedra di flauto e musica da camera presso la Musikschule Nördlicher Breisgau di Emmendingen. Professore di flauto dal dicembre 2008 presso il Conservatorio “Stanislao Giacomantonio” di Cosenza, dal novembre 2019 è professore di flauto presso il Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Como.