home » didattica » docenti » antonio eros negri
antonio eros negri

Antonio Eros Negri Compositore, direttore e didatta, conclusi gli studi di 'Armonia e contrappunto', consegue presso il Conservatorio "G. Verdi" di Milano, i diplomi in 'Organo e composizione organistica', in 'Composizione polifonica vocale' e in Clavicembalo.

Organista e maestro del coro presso la chiesa di san Gioachimo in Milano dal 1982, inizia la sua attività didattica nel 1987 presso il Pontificio Istituto Ambrosiano di Musica Sacra (Organo, Armonia e Direzione di coro).

Vincitore di concorsi a cattedre per l'insegnamento nei conservatori (Fuga e composizione, Cultura musicale generale, Esercitazioni corali) dal 1998 è titolare della cattedra di Esercitazioni corali presso il conservatorio "G. Verdi" di Como. Presso lo stesso istituto è professore di Contrappunto e di 'Analisi, concertazione e direzione del repertorio barocco'. Nel 2002 fonda l'Orchestra Giovanile del Conservatorio e dal 2005 ricopre la carica di coordinatore generale dei corsi accademici presso il medesimo istituto.

Vincitore del concorso di composizione Milano Milhaud (1995), svolge un intenso lavoro compositivo che ha portato a numerose esecuzioni pubbliche fra cui: Lullaby per pianoforte (RAI1, 1985); Sacra symphonia per grande orchestra (Novara, 1989); Cantata ambrosiana (Milano, 1990); Alla battaglia per quattro clavicembali (Serate Musicali, 1993); La caccia (Conservatorio di Milano, 1994); Gioco musicale (Pomeriggi Musicali, 1995); Tre canzoni (RTSI, 1996); Jazz (Pomeriggi Musicali, 1997); Laudate Dominum de cælis (CD "Noel", Radio Svizzera Italiana, 1998); Del gioco, del cuore, dell'allegria (Teatro alla Scala, 2006); Villa Rotunda Suite e Canti di Villa Saraceno, su versi di Veronica Meteora (Ville palladiane, 2008). Queste ultime composizioni sono state commissionate dalla fondazione americana Palladium Musicum per celebrare il cinquecentesimo anniversario della nascita di Andrea Palladio.

Le sue opere, elencate dettagliatamente nel Dizionario Enciclopedico della Musica e dei Musicisti (Ed. UTET, Appendice 2005) e pubblicate da diverse case editrici e discografiche (Stradivarius, Ed. Paoline, Riverrecords, Preludio), sono frequentemente eseguite in stagioni concertistiche nazionali e internazionali. Nel 1989 fonda e dirige il Collegio vocale e strumentale Euterpe e nel 1990 assume la direzione dell'orchestra da camera "Guido D'Arezzo" di Melzo.

Ha collaborato in qualità di direttore e di compositore con diverse istituzioni musicali fra cui Musica nel nostro tempo, I pomeriggi musicali, Nuove sincronie, Serate musicali, Sentieri selvaggi, Musica nei cortili. Appassionato cultore della polifonia vocale e strumentale della prima età barocca così come del jazz degli anni '50 e '60, ha al suo attivo, in qualità di direttore, numerose incisioni discografiche di importanti opere inedite del passato, fra cui la Triaca Musicale di G. Croce e svariati libri dell'opera omnia di A. Willaert, registrati su CD Stradivarius.

Nel panorama jazzistico ha partecipato come compositore, arrangiatore e direttore artistico a eventi musicali e produzioni discografiche (Elba Jazz for Kids, Il mito americano, Omaggio a Gershwin) che hanno riscosso unanimi consensi di pubblico e di critica (Premio Quartetto Cetra 1998, Premio Carosone 2006). Autore di diversi saggi musicologici incentrati sull'evoluzione storica delle strutture armoniche e contrappuntistiche (sono in corso di pubblicazione alcune parti della sua Grammatica storica del linguaggio musicale per i tipi delle Edizioni Musicali Europee), è redattore de "La Cartellina", storica rivista di musica corale e responsabile della formazione superiore dei docenti presso l'associazione è Musica Nuova, con la quale intrattiene una stretta collaborazione.

Commissioni e incisioni



elenco docenti del conservatorio di Como