home » didattica » docenti » massimo laura
massimo laura

Massimo Laura MASSIMO LAURA suona la chitarra dal 1966, il suo primo recital lo ha tenuto a Helsinøre, in Danimarca nel 1974. Nel 1977 suona a Roma il Fandango di Rodrigo in presenza del compositore.

Nel 1980 viene selezionato da Lorin Maazel e da Giorgio Strehler per l'opera Falstaff di Verdi per l'inaugurazione della stagione del Teatro alla Scala. La collaborazione col teatro scaligero è tuttora attiva. Ha partecipato a centinaia di spettacoli anche in Germania e Giappone ed è stato diretto anche da Abbado, Muti, Chailly, Sawallisch, Kleiber, Sinopoli, Ozawa ed altri.

La collaborazione con l'Orchestra Filarmonica della Scala è iniziata nel 1985 con la Settima Sinfonia di Mahler, dir. Abbado. Ha poi registrato un disco Sony con Muti. Nel gennaio 2006 si è esibito come solista di balalajka bassa ne I giocatori di Šostakovic, dir. Jurowski. Ha poi replicato lo stesso concerto a Roma con l'Orchestra di Santa Cecilia, nell'Auditorium Parco della Musica con Gergiev direttore.

Oltre a Rodrigo, ha suonato anche musiche di Petrassi, Donatoni, Bussotti, Berio e Carter in presenza dei compositori.

Nell'estate 1986 ha vinto tre primi premi in concorsi di interpretazione e due di questi, Taranto ed Alessandria, nel giro di una settimana. In una commissione partecipava Maria Luisa Anido, allieva di Miguel Llobet. In un'intervista rilasciata a Ruggero Chiesa dichiarava che il modo di suonare di Massimo Laura le ricordasse il proprio maestro per "fraseggio, potenza e gamma di colori".

Nel 1987, centenario di Villa-Lobos, in seguito ad un altro concorso vinto effettua un giro di concerti in Brasile e in Uruguay.

Nel 1988 si afferma al Certamen "Tárrega" a Benicasim (Spagna) ottenendo oltre al primo premio anche un premio speciale. In seguito è stato invitato a debuttare nel Concierto di Aranjuez di Rodrigo, a Siviglia con l'Orchestra Filarmonica Bætica de Sevilla.

Ancora nello stesso anno sfiora la vittoria per un solo punto al concorso L. Sigall di Viña de Mar (Cile), come premio risuona il celebre Concierto nella capitale Santiago.

Ha risuonato il Concierto de Aranjuez decine di volte, in Italia (Casinò di San Remo, Teatro Farnese di Parma, Teatro Sociale di Como), Svizzera (Palazzo dei congressi di Lugano) e in Giappone (Tokyo, Concert City Hall, ripreso dal canale NHK Educational)

Come solista con orchestra ha eseguito Musica da concerto n. 7 di Testi con l'Angelicum, dir. Viotti (prima italiana), An eine Æolsharfe di Henze (prima italiana), Primo Concerto di Giuliani con la Basler Sinfonie Orchestre e con la Camerata Accademica del Mozarteum di Salisburgo, dir. Vegh, Concerto dell'Argentarola di Porrino, Quattro Danze Macabre di Vassena, Concerto di Françaix, Fantasia para un gentilhombre di Rodrigo



elenco docenti del conservatorio di Como