home » didattica » docenti » pierangelo gelmini
pierangelo gelmini

PIERANGELO GELMINI ha compiuto gli studi musicali al Conservatorio di Milano, affiancando alle discipline strumentali la Composizione e la Direzione d'orchestra.
Ha quindi proseguito gli studi di direzione a Stoccarda, a Ginevra e a Berlino, perfezionandosi con Arpad Gerecz, Janos Fürst e Juri Simonov.

È vincitore dei concorsi internazionali di direzione d'orchestra "Johannes Brahms Dirigentenwettbewerb" (Mürzzuschlag, 1989), "Concorso ORT Orchestra della Toscana" (Firenze, 1990), "Concorso Prokofiev 1993" (San Pietroburgo).

Dopo il suo debutto operistico con Carmen di Bizet a Milano, nel 1992 è assistente di Peter Maag al Teatro Comunale di Treviso, dove lavora alla produzione de Il Turco in Italia e di Lucia di Lammermoor e dirige alcuni concerti sinfonici; in seguito frequenta uno stage sulla vocalità condotto da Joan Sutherland e da Regina Resnik. Diviene in seguito assistente di Richard Bonynge.

Ospite delle principali orchestre regionali italiane e di numerose orchestre europee (Bach Collegium Stuttgart & Gächinger Kantorei, New Irish Chamber Orchestra, Steirisches Symphonie Orchester, Solisten des Festspielhauses Bayreuth, Orchestra Filarmonica di Craiova, Orchestra Sinfonica del Conservatorio di Lugano, Orchestra Filarmonica di Bacau, Berliner Symphoniker, Mediterranean Symphony Orchestra, St. Petersburg Philharmonic Orchestra, Orchestra da camera di Lomza), alla guida dell'Orchestra Rossini di Pesaro ha diretto il Concerto di intitolazione a Franco Corelli del teatro di Ancona.

Dal 2001 è direttore principale dell'Orchestra Sinfonica del Lario, alla guida della quale ha diretto oltre 100 concerti sinfonici e numerose produzioni drammaturgiche realizzate in collaborazione con scrittori quali Eduardo Rescigno e Elisa Salvaterra. Ha realizzato incisioni discografiche dedicate ai concerti di Mercadante, alla prima ripresa in tempi moderni della Danza macabra di Kastner e un DVD sul Requiem di Mozart. Nel settembre 2009 ha inciso per RAI Trade in prima esecuzione assoluta l'opera Il sogno di Galileo di Federico Bonetti Amendola.

Con riferimento ai suoi studi sull'opera italiana, ha collaborato con riviste musicali quali Le petit Figaro dell'Opéra di Liegi e L'ErbaMusica (Laboratorio di Musicologia applicata di Milano). Ha tenuto conferenze sul melodramma italiano e pubblicato due studi nel volume Guide des opéras de Mozart (Fayard-Paris).

Dal 2001 al 2004 è stato "Direttore musicale stabile" delle produzioni del Festival Autunno Musicale a Como, affiancando Italo Gomez nella ideazione e nella produzione di numerosi eventi musicali e concerti in tutta Europa e nell'ambito del Festival di Como. A Como spiccano le inaugurazioni dal 2001 (Mahler, Ravel, Debussy) al 2004, con la creazione dell'Orchestra Barocca del Festival (Keiser: Markus Passion, 2002, Haendel: La Resurrezione, 2003, e Vespri delle Carmelitane, 2004) e le collaborazioni con artisti quali Dietrich Wagner, Tatiana Korovina, Katerina Didaskalou, Michele Barchi, Giuliano Sommerhalder, Sonia Bergamasco, Cristina e Amedeo Amodio, Alessandro Molin, Coro Monteverdi di Budapest e Ars Brunensis Brno.
Nel 2002 ha instaurato un'intensa collaborazione con l'Orchestra Sinfonica del Cairo, con la quale ha tenuto concerti alla Cairo Opera House e al Festival di Alexandria.
Nel 2004 diventa direttore stabile della stagione d'opera lirica del Teatro delle Erbe di Milano. Nell'ambito di una programmazione di carattere divulgativo e tradizionale, alla guida dell'Orchestra Filarmonica di Milano, dirige in un triennio tutti i principali titoli del repertorio italiano (Madama Butterfly, Bohème, Tosca, Norma, Rigoletto, Traviata, Trovatore, Un Ballo in Maschera, Il Barbiere di Siviglia, L'Elisir d'amore, Così fan tutte, Don Giovanni). Dal 2006 è Direttore Principale della stagione d'opera lirica al Castello Sforzesco prodotta dal Comune di Milano dove dirige Elisir d'amore (2006), Il Trovatore (2007), Tosca e La Traviata (2008), La Bohème (2009), Aida (2010).

È invitato regolarmente quale membro di Giurie di Concorsi internazionali: Concorso di Composizione Fusi-Simc Italia; Concorso “Tagliavini” di Voghera e le ultime due edizioni del Concorso Internazionale di Canto “Magda Oliveiro” a Palazzo Cusani a Milano.

Dal 1997 tiene annualmente corsi di direzione d'orchestra con l'Orchestra Filarmonica di Craiova e l'Orchestra Filarmonica di Bacau.

È professore di Musica d'insieme e analisi al Conservatorio di Como e dirige regolarmente il Laboratorio lirico e i seminari di direzione d'orchestra al Conservatorio di Lugano.

È Socio Onorario dell'Associazione 'Franco Corelli' di Ancona.

elenco docenti del conservatorio di Como