home » didattica » docenti » pier francesco forlenza
pier francesco forlenza

Pier Francesco Forlenza PIER FRANCESCO FORLENZA

Pianista e compositore materano, milanese d’adozione, ha debuttato a 11 anni, suonando in récital e con orchestra nei maggiori centri in Italia e all’estero, fra cui il «Palau de la Musica» di Valencia, il Conservatoire Royal di Bruxelles, Società dei concerti e Serate musicali di Milano, Ravello Festival, con l’orchestra della Transylvania, la Filarmonica «Oltenia» di Craiova, il Liepaja Piano Stars Festival, che ha inaugurato suonando il terzo concerto di Rachmaninov.
Si è esibito con direttori d’orchestra e strumentisti come Tadeusz Wojciechowsky, Marcello Bufalini, Philippe Cassard, Giuseppe Mega, Michele Lomuto, con il quale ha anche realizzato un sistematico lavoro di ricerca nel campo della nuova musica.

È stato vincitore di numerosi concorsi, fra cui il Premio «Kawai», quelli di Stresa, Messina, Osimo, Firenze, del «Viotti-Valsesia», del concorso «Ismez», del «Premio Veio». È stato semifinalista ai concorsi «F. Busoni» di Bolzano e «Reine Elizabeth» di Bruxelles. Vincitore a 22 anni dei concorsi a cattedre di pianoforte e lettura della partitura, è stato il più giovane docente di ruolo nei conservatori italiani.

Il suo modo di suonare è stato definito dalla Libre Belgique «nello stesso tempo brillante, “colorato” ed elegante, rivelatore di una personalità affermata», e C. Geerinckx, di «Art Exists!» ha scritto: «possiede una musicalità interiore naturalmente poetica, che si nutre di una ricerca instancabile di sonorità sempre più seducenti. La sua musica è sobria e commovente».

Fondamentali sono stati, nel corso degli anni, gli incontri con Franco Donatoni e con Franco D’Andrea, con i quali ha approfondito lo studio della composizione e del linguaggio jazz più radicale. Ha composto la colonna sonora dei film «Ho visto Charlie Chaplin», vincitore del premio «Energheia Cinema», «La vita è altrove» e «Centosanti» di Roberto Moliterni. Ha effettuato registrazioni per la casa discografica «Tactus», per Radiotre e Rai 5.

Con il violinista Paolo Zordanazzo e il violoncellista Alex Jellici ha fondato il Matera Piano Trio, che ha debuttato a Zurigo nel 2016.

Nel suo percorso personale, occupano un posto importante la pratica di varie arti marziali, dello yoga Kundalini, gli studi di antropologia e l’incontro con il teatro di Grotowski, nella ricerca dei principi comuni alle diverse espressioni artistiche.

Insegna pianoforte al Conservatorio «G. Verdi» di Como ed è docente ospite alla Estonian Academy of Music and Theatre di Tallinn.


elenco docenti del conservatorio di Como